Ciao a tutti Ragazzi e benvenuti nella nostra prima Recensione. Quest’oggi vi parleremo di Warframe, gioco prodotto da Digital Extremes, di cui si è parlato molto recentemente.

Incominciamo introducendovi il gioco e col dirvi che Warframe è un MMO sparatutto action in 3^ persona sviluppato da Digital Extremes, lo stesso team che si è occupato di realizzare titoli come The Darkness 2, il comparto multiplayer di Bioshock 2 e Dark Sector; non a caso Warframe ha dei tratti in comune con quest’ultimo come ad esempio l’impronta action e il design delle armature dalle quali lo stesso titolo prende il nome.

In Warframe vestiremo i panni di un Tenno, un guerriero appartenente ad una antica razza che si risveglia dal sonno criogenico trovandosi in un universo in subbuglio.

Il nostro alter-ego virtuale affronterà, durante le missioni, numerosi combattimenti contro svariati avversari: i Grineer, dei soldati umanoidi che sono padroni della Terra, gli umani infettati da un misterioso virus e il Corpus, un’avida corporazione umana interessata solo a trarre profitti dalla tecnologia che sta alla base delle armature Warframes; sono proprio queste ultime l’elemento caratteristico che definisce tutto il gameplay di questo MMO.

Digital Extremes mette a disposizione dei giocatori tre differenti, sia esteticamente che praticamente, modelli di Warframe, disponibili  dopo la schermata del log-in: Excalibur, armatura molto versatile, ideale per chi si approccia per la prima volta al gioco; Loki, in grado di creare potenti illusioni per confondere l’avversario e ribaltare le sorti del combattimento; Volt, adatto a chi cerca un approccio piu’ offensivo al gioco.

Altri modelli di Warframe sono acquistabili nell’item shop oppure è possibile crearli, tramite il sistema crafting nella Fucina. Tutti i Warframe hanno accesso a 4 abilità uniche che permettono al giocatore di contrastare la superiorità numerica del nemico o infondere dei potenziamenti utili a tutto il gruppo.

Le missioni di Warframe si svolgono tutte all’interno di mappe strutturate su piu’ livelli ma con un percorso piuttosto intuitivo e spesso obbligato. L’ambientazione, prettamente sci-fi, spazia fra navi stellari ed asteroidi popolati dai nemici.

Gli obiettivi richiedono il sabotaggio di navi nemiche, recupero di artefatti, salvataggio di ostaggi o anche eliminazione di Boss che richiedono la cooperazione tra i membri del gruppo i quali potranno ricevere come ricompensa componenti per la creazione di nuovi Warframe.

Purtroppo sia gli scenari sia le missioni dopo qualche ora di gioco risultano ripetitivi a causa di una scarsa varietà di contenuti. Questo susseguirsi di elementi riciclati può quindi portare presto a noia e francamente la mancanza di elementi unici in ogni mappa risulta abbastanza grave.

Il punto di forza del gameplay di Warframe sta nel poter alternare armi da mischia ad armi da fuoco aggiungendo profondità tattica al combattimento e permettendo un movimento molto dinamico caratterizzato da capriole, scivolate o scatti,  premiando il gioco di squadra e lo sfruttamento dell’ambiente circostante.

Una pecca del gioco è sicuramente l’ IA impacciata e incapace di adattarsi alle situazioni piu’ “vivaci”. Nonostante ciò i nemici rappresentano un rilevante grado di sfida grazie alla loro varietà che richiederà approcci di combattimento diversi.

La grafica è ben curata e permette di sfruttare al massimo le schede video di ultima generazione e le librerie DX11.

Alcune difficoltà si possono presentare durante le partite fra giocatori per via del sistema di hosting che compete a chi per primo ha avviato lo scenario anche se la situazione sembra essere migliorata con gli update introdotti.

Le armi messe a disposizione sono di tre tipologie: arma da fuoco primaria e secondaria, e un’arma da mischia. Attualmente però la scelta fra le varietà di armi da utilizzare risulta abbastanza limitata, anche se vengono costantemente aggiunte nuove armi con gli update.

Le Armi e  le armature possono essere acquistate tramite lo shop per mezzo di moneta reale oppure “craftate” nella Fucina utilizzando ii materiali raccolti durante le partite.

Il crafting di un’arma non richiede una dose eccessiva di tempo mentre la creazione di un Warframe è una pratica piu’ lunga che costringe il giocatore a ripetere diverse volte i boss finali di certe zone per ottenere i progetti necessari all’assemblamento.

Per via della casualità delle ricompense, questo procedimento risulta molto ripetitivo e penalizza i giocatori che non spendono moneta reale nell’item shop per l’acquisto degli stessi oggetti.

In conclusione Warframe è una buona scelta per un gioco cooperativo online, in quanto ha molto potenziale attualmente non sfruttato, ma ricordiamo che attualmente si trova in fase di beta e che il team di sviluppo è molto attento alle esigenze e ai feedback dei giocatori continuando ad aggiungere nuovi contenuti e rifinendo la parte tecnica.