Un amico straordinario è un film biografico incentrato su Fred Rogers, celebre conduttore statunitense del programma per bambini Mister Rogers’ Neighborhood.

In questo mio articolo troverai innanzitutto alcune informazioni sulla trama e sul cast del film con protagonista Tom Hanks. Inoltre, potrai vedere anche il trailer ita, sapere dove vedere Un amico straordinario in streaming e, in particolar modo, leggere la mia recensione.

Detto ciò, se adesso sei impaziente di saperne di più, ti invito a prenderti giusto qualche minuto di tempo libero, per leggere tutto ciò che ho preparato per te. Prima di iniziare, però, attiva le notifiche tramite il browser, premendo sul pulsante Consenti nell’avviso che ti viene mostrato. Inoltre, seguimi sui social network (mi trovi su FacebookTwitter Instagram), per restare sempre aggiornato sui contenuti che pubblico. Arrivati a questo punto, non mi resta altro che augurarti una buona lettura e, soprattutto, una buona visione!

Un amico straordinario: trama, cast, trailer

Un amico straordinario trama cast trailer

Un amico straordinario è un film biografico che vede come protagonista Tom Hanks nel ruolo di Fred Rogers, celebre stella della televisione americana nota per il programma per bambini Mister Rogers’ Neighborhood. 

La trama prende spunto da un fatto realmente accaduto: l’intervista a Fred Rogers da parte del giornalista Lloyd Vogel, a seguito della quale, tra i due, nascerà una splendida e profonda amicizia.

Qui di seguito puoi trovare l’elenco completo del cast con i nomi degli interpreti e quelli dei relativi personaggi.

  • Matthew Rhys: Lloyd Vogel
  • Tom Hanks: Fred Rogers
  • Susan Kelechi Watson: Andrea Vogel
  • Chris Cooper: Jerry Vogel
  • Enrico Colantoni: Bill Isler
  • Maryann Plunkett: Joanne Rogers
  • Tammy Blanchard: Lorraine
  • Wendy Makkena: Dorothy
  • Sakina Jaffrey: Ellen
  • Carmen Cusack: Margy
  • Noah Harpster: Todd
  • Maddie Corman: Betty Aberlin

Un amico straordinario streaming

Un amico straordinario streaming

Ti domandi dove vedere Un amico straordinario, in quanto vorresti sapere come vedere in streaming il film completo, per evitare di acquistare il DVD?

In tal caso, ti interesserà sicuramente sapere che la pellicola potrebbe essere disponibile gratuitamente su alcune piattaforme di streaming in abbonamento come Netflix, per esempio. In alcuni casi, invece, potrebbe essere disponibile all’acquisto o a noleggio.

A tal proposito, per maggiori informazioni al riguardo, fai riferimento al riquadro che trovi qui di seguito.

GUARDA IN STREAMING

Un amico straordinario: recensione

Un amico straordinario recensione

Perché nella vita abbiamo scelto di scrivere per una rivista? Onestamente perché qualsiasi altra cosa non ci sembrava vita. Assistiamo in prima fila alla storia, abbiamo modo di rivelare verità che altri non vedono e, ogni tanto, solo ogni tanto, con le nostre parole riusciamo a cambiare un mondo danneggiato. È con queste parole che il personaggio del giornalista Lloyd Vogel, nel film Un amico straordinario, mette subito in risalto come l’attività giornalistica, così come tante altre attività a favore della collettività che hanno a che fare con la comunicazione, si possono rivelare altrettanto benefiche per coloro che le svolgono.

È questa una tra le più importanti chiavi di lettura della pellicola in oggetto, forte di morali, che aiutano lo spettatore a comprendere come comunicare nel modo giusto e come vedere il “bicchiere mezzo pieno”, ovvero l’altra faccia della medaglia della propria vita.

Ci troviamo di fronte a una pellicola dalla connotazione favolistica – quasi in stile Disney – il cui titolo in inglese è A Beautiful Day in the Neighborhood, decisamente più rappresentativo, rispetto a quello in lingua italiana. Il titolo in questione, infatti, è maggiormente assonante al programma educativo per bambini Mister Rogers’ Neighborhood, di cui Fred Rogers era il presentatore, un uomo che ha positivamente caratterizzato la storia della televisione americana.

Il film Un amico straordinario, prossimamente nelle sale cinematografiche italiane, ripercorre le vicende che hanno portato Tom Junod, giornalista di Esquire, nel film interpretato da Matthew Rhys, a realizzare l’intervista intitolata “Can You Say… Hero?”. 

La trama, in parte biografica, presenta il personaggio del giornalista con il nome di Lloyd Vogel e lo tratteggia come un uomo cinico che, a seguito dell’incontro con Fred Rogers, è riuscito a cambiare la propria vita, grazie alla positività e agli insegnamenti del famoso conduttore televisivo.

Un amico straordinario

In America la figura di Fred Rogers è piuttosto nota, tant’è che, proprio per prepararsi al ruolo, Tom Hanks ha trascorso diverse ore guardando le registrazioni dei suoi show televisivi, al fine di ricalcare le sue movenze e suoi i modi di parlare, anche grazie al documentario Won’t You Be My Neighbor? uscito negli Stati Uniti nel 2018. 

In Italia, invece, forse non sono in molti a conoscerlo ma, grazie alla regista Marielle Heller, nota per il suo interesse nella realizzazione di pellicole basate su memorie o diari, possiamo ricordarlo per i suoi modi gentili e pacati, per i suoi valori e per i suoi messaggi positivi che risultano validi ancora oggi, considerando la sovrabbondanza di messaggi trasmessi nei mezzi di comunicazione moderni.

A tal proposito, coloro che non lo hanno mai sentito nominare, potrebbero  domandarsi chi era Fred Rogers e come sia riuscito a cambiare così profondamente la vita delle persone che lo hanno incontrato. 

Una domanda più che lecita, visto che persino l’attore Tom Hanks ha raccontato, in un’intervista per Repubblica, di essersi interrogato su come un uomo adulto sia riuscito a impartire lezioni di vita ai bambini ma, altrettanto facilmente, anche agli adulti.

Fred Rogers è stato un pastore protestante, oltre che un personaggio televisivo statunitense. Tra il 1968 e il 2001 è stato il protagonista della serie televisiva a carattere educativo Mister Rogers’ Neighborhood, un programma che, al pubblico della televisione italiana, potrebbe forse ricordare La Melevisione o L’Albero Azzurro

Un amico straordinario

Grazie alla straordinaria interpretazione dell’attore hollywoodiano, precedentemente noto per pellicole quali Saving Mr. Banks o Forrest Gump, Un amico straordinario è un film che mostra uno sguardo delicato sulla vita di un uomo, non un eroe e nemmeno un Santo: un uomo che, grazie a marionette di peluche, a trenini variopinti e a modellini di cartapesta, sapeva come comunicare nel modo giusto a un pubblico eterogeneo, affrontando, per la prima volta in un programma adatto ai bambini, tematiche importanti, quali il divorzio o la morte, con un linguaggio semplice e chiaro.

Ciononostante, sono gli adulti il pubblico di Un amico straordinario: quelli che già lo amavano e che desiderano tornare bambini – grazie a una pellicola metacinematografica che ricorda in tutto e per tutto una puntata di Mister Rogers’ Neighborhood – ma anche coloro che sono disposti ad aprire la mente e il cuore, per poter apprezzare i suoi insegnamenti gentili. 

Fred Rogers, infatti, nella vita di tutti i giorni, era un uomo comune, un “Peter Pan adulto”, che desiderava che si stesse per qualche istante in silenzio a pensare a “tutte le persone che ci hanno amato per ciò che siamo”.

Non è un caso che in quest’opera cinematografica si affianchi la storia di Fred Rogers a quella di crescita personale affrontata da Lloyd Vogel. Vogel è un uomo nel quale è facile immedesimarsi, in quanto è caratterizzato da notevoli difficoltà relazionali con i membri della propria famiglia e fatica a conciliare i propri affetti al lavoro.

Fred Rogers

Vogel, avvicinatosi a Rogers inizialmente solo a scopo lavorativo, rimane affascinato dal suo instancabile positivismo, scoprendo che non ci sono “scheletri nell’armadio”. Il talento educativo e curativo di Fred Rogers va oltre il personaggio televisivo; egli non è intrappolato in un reality come Truman in The Truman Show, ma è un uomo che crede profondamente nei valori positivi che insegna ed è disposto a farsi carico dei problemi di tutti, persino di quelli degli spettatori della pellicola, ai quali rivolge il suo sguardo profondo, sfondando la quarta parete, in una scena simbolica.

La pellicola affronta anche il tema del rapporto genitoriale e porta gli spettatori a interrogarsi su che cosa comporti essere genitori, ricordando che diventare adulti non significa dimenticare di essere stati bambini.

Un amico straordinario si fa, inoltre, carico di una similitudine importante: così come Vogel ha avuto la possibilità di migliorare la propria vita, grazie all’incontro con Fred Rogers e facendosi testimone dei suoi messaggi, allo stesso modo anche noi, in qualità di spettatori, possiamo svolgere un ruolo educativo nei confronti di coloro che amiamo, modulando la nostra comunicazione in favore di valori e messaggi positivi, quali la gentilezza e il rispetto.