The OA streaming

Ti piacciono le serie TV che hanno una trama solida e ben sviluppata, seppur ricca di misteri e circostanze inspiegabili, che si prestano a diverse interpretazioni? Se stai cercando una serie TV di altissimo livello qualitativo, ti consiglio di vedere The OA in streaming, sono sicura che non ti deluderà.

In questo articolo ti racconto tutto ciò che c’è da sapere per la serie TV The OA: della sua trama, di come finisce (nel caso in cui tu l’abbia già vista e hai bisogno di una spiegazione sul finale). Ti parlerò inoltre del suo cast e di come vedere in streaming The OA prima stagione e The OA seconda stagione. Inoltre, se sei curioso, puoi vedere il trailer e puoi anche sapere che cosa ne penso di questa serie TV, leggendo il capitolo dedicato alla mia recensione.

Questa “guida” a The OA nasce in seguito alle numerose richieste che ogni giorno mi arrivano da tutti coloro che mi seguono: “quali sono le serie TV consigliate?”, “quali serie TV vedere in streaming?”. Se, anche tu, vuoi un consiglio su quali serie TV vedere, ti basta scrivermi un messaggio su FacebookTwitter Instagram: sarò felicissima di risponderti. Nel frattempo, ti auguro una buona lettura!

Indice

The OA prima stagione di cosa parla? Trama della serie TV, The OA vs Sense 8, The OA vs Stranger Things, The OA vs Dark e The OA vs Leftovers

The OA streaming

Se stai leggendo questo articolo su come vedere The OA in streaming, sicuramente la prima domanda che ti poni è: “The OA è bello?“. Immagino, quindi, che vorrai sapere se vale la pena guardare questa serie TV e qual è la sua storia. Beh, se le cose stanno così, eccomi qui pronta a fornirti qualche informazione riguardante la trama completa di The OA (prima stagione) e lo sviluppo principale degli episodi, senza spoiler.

La prima cosa che devi sapere è che The OA è una serie televisiva di genere drammatico e mistery, creata e prodotta da Brit Marling e Zal Batmanglij. La storia di The OA è abbastanza complessa e articolata, in quanto contornata da elementi soprannaturali che spaziano dal fantasy alla fantascienza.

Le vicende sono incentrate su Praire Johnson, una giovane donna cieca di nazionalità russa. Rimasta orfana in tenera età, la bimba vene adottata da una coppia che la porta a vivere negli Stati Uniti. Divenuta adolescente, Praire scappa di casa, nel tentativo di ritrovare suo padre, credendolo ancora in vita.

Purtroppo però, quella che doveva essere una semplice fuga, si trasforma in una tragedia: la ragazza scompare in circostanze misteriose. Quello che ho appena raccontato rappresenta l’antefatto di The OA che viene spiegato nella seconda puntata. Si tratta di un’informazione molto importante che è necessaria per capire al meglio la dinamica di questa intricata serie televisiva.

Il primo episodio di The OA, invece, si apre con il ritorno di Praire Johnson. La ragazza, dopo essere scomparsa per oltre 7 anni, ritorna a casa e ha miracolosamente riacquistato la vista. Rifiutandosi di spiegare all’FBI che cosa le è accaduto, la protagonista si definisce con l’appellativo “OA” (nel doppiaggio italiano tradotto con PA), senza però spiegare che cosa significa.

Ignorando le amorevoli attenzioni dei suoi genitori adottivi, Praire Johnson continua a comportarsi in modo bizzarro e raduna un gruppo di giovani ragazzi. La sua “missione” sembra essere di vitale importanza: spiegare come affrontare una futura minaccia e liberare altre persone scomparse, grazie a un portale verso un’altra dimensione.

Ciò che Praire racconta sarà vero o è soltanto il frutto della sua fervida immaginazione?

Per via delle sue tematiche soprannaturali (si parla di connessioni mentali e spirituali tra persone, viaggi nel tempo e nello spazio, oltre che di dimensioni parallele), The OA è stata paragonata a diverse altre serie. Quelle che più si avvicinano sono Sense8DarkStranger Things e persino Leftovers.

The OA come finisce? Spiegazione finale

The OA streaming

Hai visto tutto d’un fiato questa serie televisiva e ora ti domandi: “The OA come finisce”? Stai tranquillo, non sei il solo. Purtroppo, la conclusione della prima stagione di The OA è complessa e volutamente ambigua. Cerchiamo però di riepilogare velocemente cosa è successo nell’ultima puntata e di dare un’interpretazione al finale.

La scena conclusiva di The OA si svolge a scuola, dove un ragazzo tenta di compiere una strage. Per distrarre l’attentatore dal suo folle gesto, intervengono Praire, l’insegnante e i quattro ragazzi che iniziano a fare i movimenti. La “danza” ha successo, ma solo in parte: Praire è colpita da un proiettile vagante.

Trasportata d’urgenza all’ospedale, la ragazza afferma di essere riuscita nel suo intento di aprire un portale verso un’altra dimensione. Steve, accorso nel frattempo in suo aiuto, afferma di crederle. L’ultima scena è altrettanto enigmatica: la protagonista si risveglia in una stanza luminosa, poi lo schermo si oscura e si può udire la sua voce fuori campo chiamare Homer.

Quindi, in sostanza, The OA come finisce? Qual è la spiegazione del finale? La risposta a questa domanda è che dipende dai punti di vista: se credi alla storia raccontata da Praire, allora l’interpretazione è che la ragazza ha insegnato i cinque movimenti al gruppo di studenti con lo scopo di guarire il “grande male” e cioè impedire la sparatoria alla scuola.

Secondo però numerose le teorie degli utenti di Reddit al riguardo e il recap del finale potrebbe anche essere diverso. C’è, infatti, chi non crede alla storia di Praire e ipotizza che la ragazza si sia inventata tutto. Secondo alcuni, l’intero racconto non sarebbe altro che un modo per mostrare la prospettiva di chi soffre di un disturbo mentale o di stress post-traumatico.

Cosa significa The OA?

The OA streaming

Anche il significato del termine The OA è oggetto di svariate discussioni e teorie dei fan. Secondo quanto detto da Praire nel corso della storia, The OA sta per Original Angel (Angelo Originale). Con il doppiaggio italiano, il termine è stato tradotto in PA (Primo Angelo).

Secondo alcune speculazioni del web, l’acronimo OA potrebbe essere anche un riferimento alle lettere greche Alfa e Omega, molto importanti nella simbologia della religione cristiana.

The OA trailer ita della serie TV

Prima di vedere The OA in streaming, vorresti guardare su YouTube il trailer ita di questa serie televisiva? Nessun problema, puoi trovarlo qui di seguito. Il filmato mostra alcune sequenze della prima stagione di The OA, e ti aiuta a farti, a grandi linee, un’idea di cosa ti aspetta in questa serie. Ti auguro una buona visione!

The OA streaming sub ita e ita hd

Per vedere The OA in streaming sub ita oppure in streaming italia HD, fai clic sul pulsante Trova in Streaming che puoi vedere proprio qui sotto.

Il link rimanda al motore di ricerca del sito Web Just Watch che permette di sapere, in tempo reale, dove una serie TV è disponibile in streaming.

The OA 2 streaming seconda stagione, The OA 2 trama e trailer

The OA streaming

The OA è stata rinnovata per una seconda stagione, quindi, se ti stai chiedendo quando esce The OA 2 e come vedere The OA in streaming 2 stagione, la risposta è che la data d’uscita è il 22 marzo.

Qui di seguito puoi inoltre trovare il trailer della seconda stagione. Gli episodi da cui è composta The OA 2 sono 8, come per la prima stagione. La trama di The OA seconda stagione vede nuovamente come protagonista Praire.

Come è possibile vedere nel filmato, la ragazza sembra essere approdata in una dimensione parallela. Nel frattempo, nella dimensione originaria, i ragazzi cercano di scoprire sé stessi e fare luce sull’incredibile storia raccontata da Praire. Le loro vicende si intrecceranno anche con quelle di un nuovo personaggio: il detective Karim Washington, incaricato di indagare su una serie di casi legati a persone scomparse.

Il trailer di The OA 2 puoi vederlo qui di seguito.


The OA cast, attori e personaggi

The OA streaming

Il cast completo della serie TV The OA è composto da alcuni famosi attori di hollywood come Jason Isaacs, ma anche da promettenti giovani. Qui di seguito puoi leggere i nomi degli attori e dei personaggi intepretati nella serie.

  • Prairie Johnson/PA (Brit Marling) – la protagonista di The OA, una ragazza cieca scomparsa da sette anni che riacquista misteriosamente la vista.
  • Homer Roberts (Emory Cohen) – un ragazzo tenuto prigioniero da Hap.
  • Abel Johnson (Scott Wilson) – il padre adottivo di Prairie.
  • Elizabeth “Betty” Broderick (Phyllis Smith) – una professoressa della High School di Groton.
  • Nancy Johnson (Alice Krige) – la madre adottiva di Prairie.
  • Steve Winchell (Patrick Gibson) – uno tra i ragazzi della High School di Groton. Ha un carattere aggressivo e un comportamento superficiale ed è un vero bullo.
  • Jesse (Brendan Meyer) – un altro studente. È rimasto orfano e spesso fuma erba.
  • Alfonso “French” Sosa (Brandon Perea) – un brillante studente della High School di Groton.
  • Buck Vu (Ian Alexander ) – un ragazzo transgender che studia alla High School di Groton.
  • Hunter Aloysius “Hap” (Jason Isaacs) – uno scienziato che si occupa dello studio delle “esperienze pre-morte”.

The OA è bello? Recensione

The OA streaming

The OA è una serie TV così complessa e misteriosa che è difficile cercare di descrivere in poche parole, specialmente perché un riassunto la renderebbe riduttiva. Volendo scrivere una recensione, si può però dire, per introdurla per sommi capi, che è una serie di genere fantasy/fantascienza, ambientata in una tranquilla cittadina in cui solitamente non succede mai nulla.

Improvvisamente, il ritorno di una giovane donna a lungo creduta scomparsa, porta a far accedere cose fuori dall’ordinario, sconvolgendo l’esistenza delle persone che ci vivono.

La difficoltà nel riassumere The OA sta nel fatto che questa serie TV si avvicina un’esperienza cinematografica composta da 16 puntate, 8 per la prima stagione e 8 nella seconda. È proprio per questo motivo che sto scrivendo queste righe: voglio parlare delle sue tematiche, per far apprezzare ad altri questa storia tanto misteriosa quanto affascinante.

Disponibile Netflix dal 16 dicembre 2016The OA è così indecifrabile che, dopo il finale della prima stagione gli spettatori sono rimasti letteralmente senza parole. Non solo per i numerosi interrogativi che l’episodio conclusivo sollevava, ma anche per la quasi totale assenza di informazioni, dopo l’annuncio di una seconda stagione.

Inaspettatamente, una luce in fondo al tunnel: la seconda stagione di The OA, intitolata The OA: parte II, è in arrivo su Neflix dal 22 marzo 2019. In attesa di vedere questa seconda parte, sono qui per parlare dei punti di forza di questa serie televisiva creata e prodotta da Brit Marling e Zal Batmanglij.

La prima cosa che voglio dire è che The OA è una serie che parla di esperienze che hanno a che fare con i sensi, tra cui la vista. La protagonista della storia è Prairie Johnson, una giovane donna cieca che torna a casa, dopo essere scomparsa in circostanze misteriose.

Per i suoi genitori non è tanto un miracolo che sia viva, ma che, inspiegabilmente, abbia recuperato la vista. La seconda esperienza sensoriale di cui si parla nel corso delle puntate ha a che fare con il tatto.

Dopo essere tornata a casa, Praire si comporta in modo strano, gioiendo delle esperienze della vita come se fosse rinata: il contatto con il soffice tappeto della sua camera da letto o il vento che le scompiglia i capelli mentre è in bicicletta. C’è un motivo dietro a tutto ciò e Praire afferma di essere tornata per compiere un salvataggio.

Grazie al suo fascino “spirituale”, raduna attorno a sé un gruppo di ragazzi problematici (un ragazzo transgender, un’insegnante che ha perso la sua vocazione, un bullo con problemi familiari e un orfano), raccontandogli la sua storia. Entra qui in gioco il senso dell’udito: Praire invita all’ascolto e a credere ciò che sta per raccontare, per quanto assurdo possa sembrare.

Da qui in poi è praticamente impossibile entrare più nel dettaglio senza fare spoiler. Bisogna però dire che, a livello narrativo, la tematica di cui si parla principalmente è la possibilità che vi una dimensione parallela ultraterrena.

Si configura quindi quell’elemento che, in semiotica, si chiama “sospensione dell’incredulità”: così come i personaggi devono credere al racconto, allo stesso modo lo spettatore deve prendere per “fede” la storia della serie TV, per poter apprezzare il suo spettacolo.

The OA non è però una serie religiosa e, alla fine della prima stagione, sceglie di concludersi volutamente con un finale aperto che dà spazio sia a scienza che religione.

È possibile quindi, apprezzare un prodotto d’intrattenimento così complesso, dove nulla sembra avere un senso? La risposta è semplice: basta dare una propria interpretazione a ciò che si è visto. Tutto è giusto e nulla è sbagliato, dipende solo dai punti di vista.


Ho scritto questo articolo con moltissima passione; condividilo e mi renderai davvero felice!

Inoltre, se ti va, metti un Mi piace alla mia Pagina Facebook. In alternativa puoi seguirmi su Twitter o su Instagram: puoi interagire con me ogni volta che vorrai. Ti aspetto su Silmarien.it! Ci tengo! ❤️