Suona il campanello. In 10 minuti la pizza è arrivata a domicilio, la mozzarella è fumante e il pomodoro scotta la lingua al solo contatto. Non è un sogno ad occhi aperti per tutti coloro che ordinano al telefono la celebre pietanza, quanto una realtà che si avvicina sempre di più alla quotidianità del settore food delivery.

Il trasporto di cibo tramite l’impiego di droni è sempre più concreto e tra le prime società a far sul serio vi è la popolare catena Domino’s Pizza, chiaramente specializzata nella consegna di pizze su ordinazione.

Pizza calda in 10 minuti, grazie ai droni

In Nuova Zelanda, grazie all’impiego di uno speciale fattorino drone, la società ha annunciato di aver attivato ufficialmente il suo primo servizio di consegna, in collaborazione con l’azienda di robotica Flirtey. Una linea di droni stampati in 3D e realizzati in fibra di carbonio è stata creata appositamente per svolgere questo impiego.

Il servizio di consegna tramite drone è veloce e sicuro. Il contenitore ermetico tiene al sicuro e al caldo la pizza e, una volta effettuata la consegna, il drone tornerà da solo al punto di partenza.

Secondo quanto dichiarato da Don Meiji, CEO di Domino’s, l’impiego dei droni come sistema di consegna sarà un vero successo. Integrato nella piattaforma degli ordini online, permetterà di migliorare il servizio con consegne in 10 minuti.

Dopo numerosi test condotti, la consegna tramite drone è stata attivata in via ufficiale, anche se per il momento in maniera limitata. L’obiettivo della società? Estendere questa speciale consegna al più alto numero di filiali in tempi brevi.

Commenti