Black Friday 2016, che lo shopping abbia inizio!

Black Friday è un’espressione inglese che significa Venerdì Nero. La parola, nata inizialmente negli Stati Uniti, si è diffusa anche in Italia come giornata mondiale dello shopping sfrenato e delle offerte, in vista delle festività natalizie.

Una giornata ricca di sconti che si è propagata non solo nei negozi fisici, ma anche in quelli online, visto l’aumento esponenziale degli acquisti effettuati tramite dispositivi mobili.

Black Friday 2016, offerte lampo a più non posso

In Italia, il Black Friday è stato ormai associato ai principali negozi di elettronica e portali di e-commerce: Amazon, E-Price, Trony, Unieuro, Mediaworld, ma anche Apple, Ryanair, Zalando e persino Telecom Italia e EasyJet si danno da fare per proporre offerte lampo.

Il noto portale Amazon, per esempio, ha iniziato già da qualche settimana a proporre sconti. Nella settimana che precede il Black Friday, infatti, il colosso dell’e-commerce ha dato il via a corpose offerte, con un elenco aggiornato ogni 5 minuti.

Chiaramente, con tutte queste offerte, viene una voglia matta di fare shopping, anche perché gli sconti finiscono in fretta. Per questo motivo ho deciso di effettuare l’iscrizione gratuita al servizio Amazon Prime (per i primi 30 giorni), per accedere con 30 minuti di anticipo alle offerte.

Grazie inoltre a diversi canali Telegram, tra cui quello di Offerte Online, ho potuto risparmiare sull’acquisto dei regali di Natale. Visti i forti sconti, quest’anno mi sono veramente data allo shopping!

Black Friday 2016, come è nata la tradizione?

Il Black Friday è una giornata di anticipo sui saldi natalizi; ogni anno si svolge il giorno dopo la festa del Ringraziamento. Una data che non è sempre uguale. Questo 2016, il Black Friday ricorre il 25 novembre, l’anno scorso, per esempio, era il 27 novembre.

In Italia, il Black Friday è diventato popolare solo negli ultimi anni, ma negli Stati Uniti è diventata una vera e propria caccia alle offerte. C’è addirittura chi dorme nei sacchi a pelo davanti ai negozi già dalla notte precedente!

L’origine della parola Black Friday sarebbe comunque incerta. Secondo alcuni deriverebbe proprio dalla folla di persone che si accalca nei negozi. La parola “venerdì nero” fu usata tra gli anni Cinquanta e Sessanta per descrivere il traffico che si creava nei giorni precedenti e successivi a quello del Ringraziamento.

82850648

Altri sostengono che la parola Black Friday farebbe riferimento alle annotazioni sui libri contabili dei commercianti. Con l’avvicinarsi del Ringraziamento e successivamente del Natale, i libri contabili passavano dal colore rosso (perdite) al nero (guadagni). In quest’ottica, Black Friday, significherebbe una giornata di ottimi guadagni per i commercianti.

Infine, non dimentichiamoci del Cyber Monday. Il primo lunedì successivo al Black Friday, giorno di sconti dedicati a tutti i prodotti di elettronica.

Commenti