Legion è una serie TV con protagonista l’omonimo mutante degli X-Men figlio di Charles Xavier. La sua storia, però, non fa parte del Marvel Cinematic Universe.

In questo mio articolo troverai innanzitutto alcune informazioni sulla trama e sul cast della serie televisiva. Inoltre, potrai vedere anche il trailer, sapere dove vedere Legion in streaming e, in particolar modo, leggere la mia recensione, in un capitolo maggiormente approfondito.

Detto ciò, se adesso sei impaziente di saperne di più, ti invito a prenderti giusto qualche minuto di tempo libero, per leggere tutto ciò che ho preparato per te. Prima di iniziare, però, attiva le notifiche tramite il browser, premendo sul pulsante Consenti nell’avviso che ti viene mostrato. Inoltre, seguimi sui social network (mi trovi su FacebookTwitter Instagram), per restare sempre aggiornato sui contenuti che pubblico. Arrivati a questo punto, non mi resta altro che augurarti una buona lettura e, soprattutto, una buona visione!

Legion trama, cast, trailer

Legion

La trama di Legion racconta la storia di David Haller, un ragazzo tormentato fin dalla nascita da voci e da visioni terrificanti che lo hanno sempre portato a essere affetto da disturbi psichici e da schizofrenia. A seguito dell’incontro con Sydney Barrett, una paziente dell’istituto psichiatrico in cui è ricoverato, David scoprirà che le voci nella sua testa hanno in realtà un’origine sovrannaturale.

  • Dan Stevens: David Haller
  • Rachel Keller: Sydney Barrett
  • Aubrey Plaza: Lenny Busker
  • Bill Irwin: Cary Loudermilk
  • Jeremie Harris: Ptonomy Wallace
  • Amber Midthunder: Kerry Loudermilk
  • Katie Aselton: Amy Haller
  • Jean Smart: Melanie Bird
  • Navid Negahban: Amahl Farouk / Shadow King
  • Jemaine Clement: Oliver Bird
  • Hamish Linklater: Clark Debussy
  • Stephanie Corneliussen: Gabrielle Haller
  • Lauren Tsai: Switch

Legion streaming

Legion 1

Vuoi sapere dove vedere la serie TV Legion in streaming? In tal caso, sarai felice di sapere che la serie TV potrebbe essere disponibile gratuitamente su alcune piattaforme di streaming in abbonamento, come per esempio Sky/NOW TV.

A tal proposito, per maggiori informazioni al riguardo, fai riferimento al riquadro che trovi qui di seguito.

 

GUARDA IN STREAMING

Legion recensione

Legion

Tutti i supereroi più famosi hanno dei punti deboli: Superman è immune ai proiettili, ma non alla kryptonite, Batman può contare su armi super tecnologiche, ma deve indossare una maschera per proteggere la sua identità, così come Iron-Man che, senza la sua armatura esoscheletrica, è soltanto il genio e miliardario Tony Stark. 

Così come i supereroi, anche le serie TV e i film che raccontano le gesta di persone dalle invincibili capacità hanno dei punti di forza e di debolezza. Alcuni tra i kolossal cinematografici e televisivi più noti, come per esempio la saga cinematografica degli Avengers o la serie TV Agents of S.H.I.E.L.D, hanno avuto la capacità d’intrattenere costantemente il pubblico, grazie alle loro storie d’azione e di formazione, incentrate sulle avventure di uno o più personaggi. D’altra parte, però, molti tra questi prodotti d’intrattenimento non sono riusciti a rompere gli schemi della narrazione tradizionale, mancando così di spirito d’innovazione.

Legion

È proprio per questo motivo che la serie TV Legion, caratterizzata da una regia e da una sceneggiatura non convenzionale, si è guadagnata il nostro interesse. A tal proposito, a seguito dell’annuncio riguardante la conclusione del suo arco narrativo con la terza stagione, abbiamo deciso di vedere tutte le puntate che la compongono, per potervi offrire il nostro punto di vista su quelli che riteniamo siano i suoi punti di forza.

Detto ciò, prima di prendere in esame alcuni tra i suoi aspetti più interessanti, ricordiamo che Legion è una serie TV nata dalla mente di Noah Hawley, sceneggiatore noto per aver adattato per il piccolo schermo il film Fargo dei Fratelli Coen. 

La storia di Legion parte con premesse davvero singolari: David Haller, magistralmente interpretato dall’attore Dan Stevens, è un uomo tormentato da disturbi psichiatrici, con i quali cerca di convivere pur riscontrando parecchie difficoltà nel distinguere ciò che è reale e ciò che è frutto della sua malattia. 

Legion

La prima volta che facciamo la sua conoscenza è al Clockworks Psychiatric Hospital, istituto nel quale si trova ricoverato, a causa del suo tentato suicidio e del disturbo di schizofrenia che gli è stato diagnosticato. La sua vita è però destinata a subire un cambio di rotta, a seguito dell’incontro con alcuni personaggi stravaganti e fuori dalle righe, convinti che David sia il figlio del mutante Charles Xavier e che, quindi, possegga dei poteri straordinari: Sydney Barrett (Rachel Keller), un’altra paziente dell’istituto in cui David è ricoverato, Clark Debussy (Hamish Linklater), un funzionario di una misteriosa agenzia governativa intenzionata a tenere sotto controllo i mutanti, e Melanie Bird (Jean Smart), una terapista per mutanti dai metodi non convenzionali.

Per quanto, inizialmente, la trama possa sembrare semplice, la narrazione di questa serie televisiva è in realtà uno tra gli elementi di maggior risalto: questa, infatti, è tutt’altro che lineare, in quanto ricca di flashback e flashforward. Inoltre, grazie alle innovazioni messe in atto nel campo della fotografia e della regia, la serie TV Legion si distingue per essere riuscita a superare le precedenti rivoluzioni di film e serie TV quali The Boys, Titans, Logan e Deadpool.

Legion

Legion, infatti, risulta una serie TV innovativa, dal momento in cui unisce una regia frammentata, confusa e distorta, ad una fotografia alla Wes Anderson, prendendo spunto anche dalle opere di David Lynch. Il risultato è un prodotto televisivo che mette a dura prova lo spettatore e che straborda da qualsiasi genere lo si voglia inquadrare, come il thriller, l’horror, la commedia romantica e persino il musical. 

Nel corso delle tre stagioni che compongono questa serie TV, inoltre, il senso di confusione e di frustrazione non fa che aumentare: non risulta chiaro quale sia lo spazio e il tempo della narrazione e non si riesce a comprende nemmeno se ciò che si stia vedendo sia reale. Ciò che bisogna fare, quindi, è lasciarsi trasportare dalla storia, come se si fosse sotto l’effetto di potenti allucinogeni. Legion è, a tutti gli effetti, un vero e proprio “viaggio mentale”, un sogno ad occhi aperti che sembra quasi il frutto di una mente febbricitante. 

«Il mio obiettivo è fare qualcosa di estroso, creativo e inaspettato. Non solo perché voglio fare qualcosa di diverso, ma perché mi sembra il modo migliore di narrare questa storia». Queste le parole di Noah Hawley, in un’intervista per Vanity Fair.

Legion

L’atipicità di questa serie televisiva si ritrova anche nei suoi personaggi, che risultano interessanti per via delle loro debolezze psicologiche, più che per le loro abilità. Tra questi, oltre a David, vi è Syndey Barrett, una ragazza emarginata, a causa del suo potere che le impedisce di avere un contatto fisico con altre persone. 

Altrettanto interessante è il personaggio di Lenny Busker, un’amica di David con problemi di alcol e droga, la cui interpretazione dell’attrice Aubrey Plaza ruba la scena a Dan Stevens. Non da meno, spiccano le performance di Bill Irwin e Amber Midthunder, nel vestire, rispettivamente, i panni di Cary e Kerry Loudermilk, due mutanti che vivono uno stretto rapporto simbiotico. 

Al termine della visione delle tre stagioni che compongono la serie TV, abbiamo constato che Legion è un prodotto televisivo che, dall’inizio alla fine, sceglie di imboccare una complessa strada di sperimentazione creativa, non preoccupandosi di voler ottenere, obbligatoriamente, il riscontro favorevole di un pubblico abituato alle produzioni televisive di stampo classico. 

Vi consigliamo, quindi, d’intraprendere questo “viaggio” e d’iniziare la visione di questa serie TV, se siete alla ricerca di un prodotto d’intrattenimento di assoluta qualità, che rompa le righe della narrazione tradizionale, grazie al suo stile unico che difficilmente dimenticherete.