Una delle novità del 2019, che ha particolarmente smosso il mondo del gaming, è stato l’arrivo di Google Stadia che, ambiziosamente, si propone l’impegno di cambiare il modo in cui si gioca ai videogiochi. Sicuramente ne avrai sentito parlare e molte notizie ruotano attorno a questo argomento, che ha suscitato reazioni positive, ma anche negative, nel pubblico dei videogiocatori, con alcuni toni di scetticismo sulla longevità di questo nuovo servizio.

Se ti stai chiedendo cos’è Google Stadia, quando è disponibile in Italia, il suo prezzo e qualsiasi altra informazioni che riguarda questo nuovo servizio, nel corso di questo mio articolo troverai tutto ciò che ti serve per sapere se vale la pena utilizzarlo oppure se bisogna attendere che il servizio sia più maturo, facendo tesoro della mia opinione su questa piattaforma che utilizzo ormai quotidianamente.

Prima di lasciarli alla lettura, ti chiedo di supportare il mio lavoro, semplicemente condividendo questo articolo. Inoltre, seguimi sui social network: sui miei profili FacebookTwitter Instagram puoi leggere, ogni giorno, le mie recensioni e i miei consigli sui film e sulle serie TV da non perdere. Ti auguro una buona lettura.

Google Stadia come funziona

Google Stadia

Se ti stai chiedendo cos’è Google Stadia, sono qui pronta a risponderti: è un servizio creato da Google che si basa su una tecnologia di cloud gaming, che consente di giocare in streaming i videogiochi, senza che sia più necessario installarli.

Ciò significa che puoi semplicemente avviare in riproduzione il videogioco per iniziare a giocare, senza che tu debba attendere nulla: saranno solo un ricordo le attese per installare un videogioco o aspettare che venga effettuato un aggiornamento.

Un altro lato positivo è sicuramente il fatto che non viene più occupato spazio nella memoria (del PC o della tua console). Questo perché il videogioco gira appunto sui server di Google e il tuo dispositivo non farà altro che riprodurlo. Ciò porta anche a una riduzione dei consumi elettrici, in quanto non avviene più l’elaborazione del videogioco nella macchina locale.

Ti starai chiedendo: dov’è la fregatura? In realtà l’unica pecca del servizio è la sua natura stessa. Essendo un servizio di streaming, simile a Netflix, Prime Video e tanti altre piattaforme dello stesso tipo, se dovessi avere problemi alla tua connessione Internet o non fosse proprio disponibile, puoi scordarti di giocare.

Detto ciò, devi sapere che Stadia è semplicemente un servizio che non richiede uno specifico hardware per giocare, a differenza del gaming su PC o su console, ma te ne parlerò nello specifico più avanti, nei prossimi capitoli.

Google stadia uscita

google-stadia-uscita

L’uscita ufficiale di Google Stadia in tutto il mondo non è ancora stata fissata, ma al momento è disponibile in 14 Paesi: Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Francia, Italia, Germania, Spagna, Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia, Belgio, Irlanda e Paesi Bassi.

Infatti, a partire dal 19 novembre 2019, Stadia è disponibile in tutti questi Paesi menzionati tramite accesso anticipato, che richiede l’acquisto di un pacchetto, obbligatorio per accedere al servizio, ma di questo ti parlerò nel prossimo capitolo.

Sappi, però, che è prevista l’uscita da questa fase di pre-lancio nel 2020, con la possibilità d’accesso a tutti gli utenti anche in modo gratuito, ma non è stata ancora fissata una data precisa in merito.

In ogni caso, non preoccuparti, aggiornerò questo articolo, nel caso in cui ci siano novità per cui se vuoi saperne più, non ti resta che tornare a leggere su Silmarien.it

Google Stadia prezzo

Google Stadia prezzo

La prima cosa che ti starai chiedendo è: quanto costa Google Stadia? Ti risponderei che è un servizio gratuito, ma per alcuni aspetti non lo è. Ti spiego nel dettaglio.

Con il suo debutto avvenuto il 19 novembre 2019, Stadia è accessibile soltanto a coloro che acquistano il pacchetto Founder Edition (non più acquistabile) o Premiere Edition. Questi pacchetti includono alcuni dispositivi necessari per poter giocare su TV tramite questo nuovo servizio, in aggiunta a 3 mesi d’accesso al piano Stadia Pro sia per te che per un amico.

In linea generale, Stadia è un servizio gratuito che consente di giocare ai videogiochi in streaming fino a una risoluzione pari a 1080p (cioè FullHD). Devi semplicemente acquistare i singoli videogiochi, così da giocare a quella risoluzione massima che ti ho indicato.

Acquistando, però, il piano Stadia Pro, al costo di 9,99 euro al mese, ti viene concessa la possibilità di portare la risoluzioni del videogioco fino al 4K (se il videogioco e il tuo schermo la supporta) con HDR e surround 5.1 abilitati. Inoltre, si ha accesso a sconti esclusivi e a videogiochi gratuiti riservati ai possessori di questo abbonamento.

Stadia Pro e Base

Nella sua fase di pre-lancio, per poter accedere a Google Stadia devi aver acquistato un pacchetto “fondatore” (Founder o Premiere), al costo di 129 euro, per accedere ai servizi sopra indicati.

Google Stadia test

Google Stadia Test

Dato che Google Stadia è un servizio in streaming, la prima cosa che devi fare è sapere se la tua linea Internet domestica riesce a reggere questo servizio. Come? È semplice: usando lo speed test di Google disponibile a questo link.

È stato fornito anche uno schema molto semplice che riepiloga i requisiti minimi di connessione richiesta da questa tecnologia; lo trovi qui di seguito.

  • 10 Mbps sono necessari per la risoluzione 720p a 60 FPS con audio stereo.
  • 20 Mbps servono per la risoluzione 1080p HDR a 60 FPS con audio surround 5.1.
  • 35 Mbps sono necessari per la risoluzione 4K HDR a 60FPS con audio surround 5.1.

Google stadia giochi

Quanti giochi ha Google Stadia? La risposta a questa domanda è semplice e la troverai nell’elenco che segue. Ti avviso che questo elenco è soltanto relativo a quello di lancio del servizio ed è quindi in continua espansione.

  • Assassin’s Creed Odyssey
  • Attack on Titan 2: Final Battle
  • Baldur’s Gate 3
  • Borderlands 3
  • Cyberpunk 2077
  • Darksiders Genesis
  • Destiny 2: la collezione
  • Destroy All Humans!
  • DOOM
  • DOOM Eternal
  • DRAGON BALL XENOVERSE 2
  • Farming Simulator 19
  • FINAL FANTASY XV
  • Football Manager 2020
  • Get Packed
  • Ghost Recon Breakpoint
  • Gods & Monsters
  • GRID
  • GYLT
  • Just Dance 2020
  • Kine
  • Marvel’s Avengers
  • Metro Exodus
  • Mortal Kombat 11
  • NBA 2K20
  • Orcs Must Die! 3
  • Rage 2
  • Red Dead Redemption 2
  • Rise of the Tomb Raider: 20 Year Celebration
  • SAMURAI SHODOWN
  • Shadow of the Tomb Raider: Definitive Edition
  • Supercross 3
  • SUPERHOT
  • The Crew 2
  • The Elder Scrolls Online
  • Thumper
  • Tom Clancy’s The Division 2
  • Tomb Raider: Definitive Edition
  • Trials Rising
  • Watch Dogs Legion
  • Windjammers 2
  • Wolfenstein: Youngblood

Inoltre, ti segnalo che se sei un possesso di un abbonamento Stadia Pro, puoi riscattare gratuitamente alcuni videogiochi che, mensilmente, vengono offerti agli abbonati. Il gioco è accessibile finché l’abbonamento a Stadia Pro è attivo. In caso d’interruzione, potrai accedere solo ai videogiochi acquistati, ma l’accesso a quelli riscattati con Stadia Pro ti verrà concesso nuovamente non appena rinnoverai il servizio.

  • Destiny 2: la collezione (mese di novembre 2019)
  • SAMURAI SHODOWN (mese di novembre 2019)
  • Farming Simulator 19 (mese di dicembre 2019)
  • Tomb Raider: Definitive Edition (mese di dicembre 2019)

Google Stadia come giocare

Google Stadia è un servizio che si gestisce completamente dall’app Stadia per Android e iOS. Tramite l’app puoi gestire il tuo abbonamento, acquistare i videogiochi, riscattare quelli gratuiti che ti vengono regalati ogni mese con la sottoscrizione e, in aggiunta, puoi avviare la riproduzioni dei videogiochi sui tuoi dispositivi.

Se possiedi già un computer, ti basta installare il browser Google Chrome per iniziare a giocare con la tastiera e mouse. Ovviamente puoi associare anche un controller di gioco, come quello per PS4, Xbox One, Xbox 360 o, addirittura, quello per Nintendo Switch.

Anche tramite smartphone puoi giocare a questo servizio, ma al momento è disponibile soltanto sui cellulare Google, come i Pixel 2, Pixel 3 e 3a e Pixel 4. Tramite l’app Stadia, infatti, puoi avviare la riproduzione del videogioco che hai acquistato e giocarlo tramite un controller, come quelli che ti ho indicato nelle righe precedenti.

Da TV, invece, attualmente puoi giocarci solo con un Chromecast 4K e un controller Stadia, che trovi all’interno del pacchetto Founder Edition o Premiere Edition, di cui ti ho già parlato nei capitoli precedenti.

Google Stadia recensione

Veniamo al nocciolo della questione: ma questo nuovo servizio era necessario? Vale la pena testarlo fin dal lancio? La qualità tecnica dei videogiochi è paragonabile a quella delle altre piattaforme, come PC o console? Risponderò a tutte queste tue domande, in base all’esperienza che ho di questo servizio, che sto utilizzando quotidianamente.

Tutte le grandi aziende di distribuzione dei videogiochi, come Sony o Microsoft, sono molto interessate al servizio di streaming dei videogiochi, nonostante ci sia ancora oggi un divario tra le connessioni a Internet a cui hanno accesso gli utenti e il servizio stesso di streaming.

Sony ha già un suo servizio di streaming di videogiochi, denominato PlayStation Now. Microsoft ne realizzerà uno nel 2020, con il nome in codice xCloud. NVidia ha GeForce Now e Amazon vuole entrare in concorrenza con tutti lanciando, a sua volta, un servizio simile. In realtà, a parte i grandi brand, fuori dal mercato italiano o europeo, esiste qualche altra azienda che già fornisce un simile servizio di cloud gaming. Esistono anche servizi per lo streaming delle app, senza che sia necessario installarle sullo smartphone e tablet.

Così come è accaduto per i contenuti audiovisivi d’intrattenimento, come film e serie TV, dal formato su disco si è passati al noleggio o acquisto digitale, fino alla possibilità di poter guardare tutti i contenuti da qualsiasi dispositivo in streaming, come Netflix e Amazon Prime Video.

I videogiochi, in quanto contenuto d’intrattenimento, si orientano anch’essi verso questa direzione e, nolenti o volenti, per le aziende il cloud gaming rappresenta una possibilità di guadagno, altrimenti non investirebbero mai milioni di dollari in data center che ospitano simili servizi.

Google Stadia, però, a differenza dei servizi già disponibili sul mercato, conta di una tecnologia di grande qualità. Pensa che, giocando a Destiny 2, per comparare la grafica tra la versione Steam e quella su Stadia, a un certo punto non mi sono resa più conto di giocare in streaming.

La qualità dello streaming è davvero eccellente, se hai una buona connessione (dai 20 Mbps in su). La grafica dei giochi è anch’essa eccezionale: oserei dire che è una via di mezzo tra quella console e quella PC.

Se, però, mi chiedi se vale la pena provare il servizio al lancio, non posso darti una risposta definita. Se, da un lato, il servizio è impeccabile su moltissimi aspetti, non lo è altrettanto il costringere un utente a iniziare a usare un servizio, dovendo necessariamente acquistare un pacchetto da 129 euro, per quanto possano esserci inclusi dispositivi che utilizzeresti anche al di fuori di Stadia.

Il mio consiglio, pertanto, è quello di effettuare questa spesa solo se reputi di voler supportare questa tecnologia, se anche tu come me gioisci al solo pensiero di vivere in un futuro iper-tecnologico, dove qualsiasi barriera viene eliminata grazie alla tecnologia. In alternativa, ti basta soltanto aspettare il 2020, con il lancio ufficiale, che garantirà l’accesso a tutti, anche in modo gratuito.


Ho scritto questo articolo con moltissima passione; condividilo e mi renderai davvero felice!

Inoltre, se ti va, metti un Mi piace alla mia Pagina Facebook. In alternativa puoi seguirmi su Twitter o su Instagram: puoi interagire con me ogni volta che vorrai. Ti aspetto su Silmarien.it! Ci tengo!