Ginny and Georgia recensione

Ho visto in anteprima la stagione 1 di Ginny and Georgia, una serie TV di genere young adult incentrata sul complesso rapporto tra una madre e una figlia, disponibile in streaming su Netflix dal 24 febbraio 2021. Dopo un’attenta visione, sono pronta a parlarne con questa recensione rigorosamente senza spoiler.

Pertanto, in questo mio articolo ti parlerò di tutto ciò che devi aspettarti da questa serie televisiva, che si rivolge a coloro che hanno amato la storia di Una mamma per amica. Nei prossimi capitoli, infatti, ti fornirò alcune anticipazioni sulla trama mentre, leggendo il capitolo dedicato alla recensione, potrai sapere cosa aspettarti da questa serie televisiva.

Fatte queste premesse iniziali, immagino che sarai impaziente di saperne di più su Ginny and Georgia, vero? In tal caso, ti invito a metterti seduto bello comodo e prenditi giusto qualche minuto di tempo libero, per leggere con calma questa mia recensione in anteprima. Prima di iniziare, però, ricorda di attivare le notifiche, tramite l’avviso che ti viene mostrato nel browser. Inoltre, seguimi sui social network (mi trovi su FacebookTwitter Instagram), per restare sempre aggiornato sui contenuti che pubblico. Arrivati a questo punto, ti auguro una buona lettura e, soprattutto, una buona visione!

Di cosa parla Ginny and Georgia

Ginny-and-Georgia-trama

La trama della serie TV Ginny and Georgia racconta una storia incentrata su due giovani donne che sono madre e figlia: Georgia Miller è un’affascinante donna di trent’anni piena di energie e dal carattere esuberante, mentre sua figlia Ginny è una quindicenne irrequieta che, spesso, si sente più matura della madre. La loro famiglia è anche composta da Austin Miller, il figlio più giovane, fratellastro di Ginny.

Georgia è una madre dallo spirito libero ma, dopo un passato travagliato caratterizzato da numerosi spostamenti, decide di trasferirsi in maniera più definitiva, per cercare di ricominciare da capo.

Ginny e Georgia sentono, infatti, il desiderio di mettere radici e, mentre la madre trova un nuovo lavoro presso l’ufficio del sindaco della cittadina, la ragazzina inizia a frequentare una prestigiosa scuola, acquisendo popolarità e dovendosi destreggiare tra l’amicizia e la vita sentimentale.

Purtroppo, però, per entrambe la vita sarà piuttosto complicata: il misterioso passato di Georgia potrebbe inseguirle e mettere a repentaglio la stabilità ottenuta.

Detto ciò, se desideri saperne di più questa serie TV, ti invito alla lettura del mio articolo di approfondimento, nel quale puoi trovare anche altre informazioni, come quella che riguarda il cast. Fatte le dovute premesse, passiamo adesso alla mia recensione di Ginny and Georgia.

Ginny and Georgia recensione

Ginny and Georgia recensione

Ho visto in anteprima la prima stagione Ginny and Georgia e, dopo un’attenta visione, sono finalmente pronta a parlarne in questa mia recensione rigorosamente senza spoiler.

A tal proposito devi sapere che, se hai visto il trailer di Ginny & Georgia, potresti aver pensato che questa serie televisiva sia l’erede spirituale di Una mamma per amica. È così, vero? Beh, in tal caso devo informarti che le tue aspettative potrebbero venire deluse: questi due prodotti televisivi non hanno molto in comune, se non il fatto che hanno come protagoniste una madre e una figlia.

Infatti, se in Una mamma per amica le storie di Lorelai e Rory Gilmore viaggiano di pari passo (o quasi), in Ginny & Georgia la narrazione si concentra perlopiù sul personaggio di Ginny, la più giovane delle due. Pertanto, questa serie televisiva appartiene soprattutto al genere teen drama, al quale si aggiunge una sfumatura drammatica legata al personaggio di Georgia.

Inoltre, se avevi adorato il rapporto di amicizia tra Lorelai e Rory Gilmore, potresti mal sopportare la relazione conflittuale tra Ginny e Georgia. Nessuna delle due è, inoltre, abbastanza carismatica quanto i personaggi creati da Amy Sherman-Palladino, anche se entrambe le attrici recitano i loro ruoli in maniera impeccabile.

Ginny and Georgia cast

Nonostante ciò, il problema principale di Ginny & Georgia non è quello di non riuscire ad essere all’altezza delle Gilmore Girls; l’elemento maggiormente deludente, infatti, è rappresentato dal fatto che, nonostante la lodevole volontà di sensibilizzare i giovani adulti, attraverso l’inclusione di tematiche come l’autolesionismo, l’importanza della salute mentale, l’auto accettazione, la sessualità e l’omosessualità, il razzismo, il bullismo e l’aggressività, questi momenti sono quasi totalmente oscurati da una sceneggiatura incentrata sulle travagliate vicissitudini sentimentali della giovane Ginny.

Proprio per i motivi sopra citati, la serie TV Ginny & Georgia annega, purtroppo, nel calderone delle serie TV televisive di genere teen drama e neanche il personaggio della madre, Georgia, possiede le caratteristiche giuste per salvarla da questa ingloriosa fine.

Georgia Miller è, infatti, un personaggio immaturo e irresponsabile: è una donna dal passato particolarmente travagliato che, però, non è capace di affrontare i problemi, dato che sceglie di scappare dagli stessi, prendendo decisioni sbagliate e agendo al confine con la moralità, rubando e ingannando il prossimo.

Ginny and Georgia data d'uscita

Tuttavia, proprio per via delle sue auto dichiarate imperfezioni, il suo personaggio avrebbe necessitato di maggiore spazio narrativo: a causa della mancanza di approfondimento, infatti, non risulta del tutto chiaro il motivo per cui le scelte sbagliate vengano sempre giustificate a livello di sceneggiatura. Pertanto, valutando gli episodi della prima stagione, la serie televisiva sembrerebbe risultare promotrice di messaggi diseducativi e discutibili.

In conclusione, la visione della serie TV Ginny & Georgia potrebbe suscitare sentimenti contrastanti: gli elementi più maturi e con maggiori spunti di riflessione, infatti, sono quelli ai quali la sceneggiatura dedica meno attenzione, dato che l’occhio di riguardo è rivolto a favore di un pubblico che ama le storie d’amore adolescenziali.

Ginny & Georgia avrebbe potuto essere una potente storia di riscatto al femminile, ma sceglie l’omologazione con altri prodotti simili, non presentando, almeno per questa prima stagione, elementi particolarmente degni di nota.


Nell'articolo potrebbero essere presenti link di affiliazione.

RASSEGNA PANORAMICA
Voto