Wonder Woman è al cinema. DC Comics batte sul tempo (almeno per quanto riguarda il fronte cinematografico) Marvel, portando sul grande schermo il primo film dedicato a un supereroe con protagonista un’eroina. In attesa di Marvel, che arriverà soltanto nel 2018 con Captain Marvel interpretata da Brie Larson, ti racconto tutto quello che c’è da sapere, rigorosamente senza spoiler, su Diana Prince, meglio conosciuta con il nome di Wonder Woman. Ti parlerò inoltre di quelle che sono state le mie impressioni sul film che ho visto al cinema.

Wonder Woman: il trailer ufficiale

Wonder Woman: la trama ufficiale

Prima di diventare Wonder Woman, si chiamava Diana ed era la principessa delle Amazzoni. Cresciuta su un’isola paradisiaca ben nascosta dal mondo esterno, Diana è stata addestrata per diventare una guerriera invincibile. Quando un pilota americano compie un atterraggio di emergenza sulle sponde di Themiscyra, Diana viene a conoscenza di un enorme conflitto scoppiato nel mondo esterno, decidendo così di abbandonare la propria casa convinta di poter porre fine alla minaccia. Combattendo al fianco dell’uomo in una guerra che metta fine a tutte le guerre, Diana scoprirà i suoi pieni poteri… e il suo vero destino.

Huston, Elena Anaya, Ewen Bremner e Saïd Taghmaoui fanno parte del cast internazionale al fianco di Gal Gadot. Patty Jenkins dirige il film da una sceneggiatura di Allan Heinberg e Geoff Johns, un soggetto di Zack Snyder & Allan Heinberg. Basato sui personaggi della DC Comics, il film Wonder Woman è stata creato da William Moulton Marston. Il film è prodotto da Charles Roven, Deborah Snyder, Zach Snyder e Richard Suckle, con Stephen Jones, Geoff Johns, Jon Berg, Wesley Coller e Rebecca Steel Roven come produttori esecutivi.

Wonder Woman: Il mio commento sul film

Wonder Woman arriva al cinema il 1 giugno 2017

Wonder Woman da Lynda Carter a Gal Gadot

Wonder Woman

Negli anni ’70 era l’attrice Lynda Carter a interpretare Wonder Woman e ora, dopo diversi tentativi falliti di riportare sugli schermi la principessa delle Amazzoni, finalmente Wonder Woman arriva al cinema con una storia sulle sue origini.

La nuova Wonder Woman è interpretata da Gal Gadot, attrice e modella israeliana che, dopo aver interpretato Gisele Harabo in Fast and Furious, interpreterà ancora una volta il ruolo di una donna dal carattere forte e indipendente. Wonder Woman è un ruolo perfetto per una donna (e un’attrice) la cui formazione fisica (e caratteriale, si suppone) è avvenuta nell’esercito israeliano.

Anche se abbiamo già visto Gal Gadot interpretare il personaggio in Batman VS Superman, Wonder Woman è una storia diversa, dal momento che racconta le origini di Diana Prince, prima che diventasse l’eroina moderna che in molti hanno conosciuto nel film di Zack Snyder e, prima ancora, nella serie televisiva anni ’70. Il personaggio di Gal Gadot è infatti completamente diverso da quello interpretato da Lynda Carter: non è un’eroina americana di una città urbanizzata (come può esserlo invece una Jessica Jones dei fumetti Marvel), ma un’amazzone che non hai visto il mondo reale che esiste al di fuori dell’isola di Themiscyra. Questo causerà diversi momenti di ilarità nel film, un po’ come nel primo film che ha segnato il debutto di Thor sul grande schermo.

A far aprire gli occhi gli occhi a Wonder Woman sarà Steve Trevor, un soldato americano, che, precipitato per errore sull’isola delle guerriere amazzoni, guiderà la ragazza verso il mondo esterno, in un’ambientazione europea segnata dai conflitti della Prima Guerra Mondiale.

Alla guida del film di Wonder Woman vi è inoltre la regista Patty Jenkins che, dopo aver portato al cinema il film Monster, basato sulle vicende reali dell’omicida Aileen Wuornos, sembra avere una predilezione per le storie di donne dalla spiccata personalità. Patty Jenkins riesce a tirare fuori inoltre il lato femminista di Wonder Woman, presentando una donna che, oltre ad essere bellissima e sexy, è anche combattiva e capace di cavarsela da sola e di combattere in squadra, grazie al forte senso di comunità con le altre amazzoni.

Wonder Woman è inoltre un film che arriva proprio nel momento in cui l’intrattenimento di cinema e serie TV comincia a puntare su personaggi femminili. L’eroe non è più soltanto il maschio alpha tutto muscoli e niente cervello, ma ogni donna può essere un’eroina, nel suo piccolo. Per diventarlo, inoltre, non servono per forza dei super poteri, ma basta essere madre (si veda l’esempio di Big Little Lies) o imprenditrice (Girlboss).

Se sei arrivato fin qui, significa che quest’articolo ti sta piacendo. Ti chiedo quindi di seguirmi su Facebook o su Twitter, o semplicemente di condividere questa mia storia, tramite uno dei pulsanti di condivisione. Anche un commento a fine articolo per me è molto gratificante. 🙂

Wonder Woman: 10 curiosità sul film

Wonder Woman e le sue discendenze

Wonder Woman

Wonder Woman è uno dei personaggi più antichi dei fumetti DC Comics e, sfortunatamente, la storia delle sue origini è variata nel tempo. Secondo alcune versioni, Diana Prince in teoria non ha un padre: la madre l’ha creata dall’argilla e Zeus l’ha portata in vita. Versioni differenti la danno come la figlia di una tra le note relazioni adultere di Zeus. In ogni caso, è idea comune che i poteri di Woman siano dati dalle benedizioni degli Dei: la forza sovrumana ottenuta da Demetra (dea della Terra) e la super velocità, ottenuta grazie a Hermes (Dio dei Messaggeri).

Wonder Woman e il femminismo

Wonder Woman

Wonder Woman e la sua controparte Diana Prince furono creati nel 1941 dal fumettista e teorico del femminismo William Moulton Marston. L’idea di base era chiara fin da subito: creare un supereroe femminile che, non solo potesse rivaleggiare con Superman, ma che fosse anche un modello di donna emancipata, corretta e dedita alla pace. Il suo nome originale di Wonder Woman era Suprema, ma fu cambiato prima del debutto ufficiale del primo fumetto a lei dedicato.

Le origini di Wonder Woman

Wonder Woman

Considerata da Batman come una delle migliori combattenti, Wonder Woman è ispirata alle leggende mitologiche delle Amazzoni, una razza di donne guerriere che si narra vivano in un’isola libere dagli uomini, proprio come narrato nel film.

Proprio sulla base di queste leggende è costruita la storia di Wonder Woman: le sue abilità nel combattimento si uniscono ai suoi poteri divini e questo la rende un temibile avversario o un potente alleato.

Wonder Woman e i bracciali d’argento

Wonder Woman

I bracciali d’argento sono il simbolo distintivo di Wonder Woman. Per questo motivo si è pensati a credere che tali bracciali siano la fonte dei suoi poteri. Nel corso delle avventure fumettistiche di Wonder Woman si verrà però a scoprire la verità: i bracciali servono per contenere i suoi smisurati poteri. Soltanto rimuovendoli, infatti, Wonder Woman sarà in grado di sconfiggere nemici estremamente potenti, come alcune divinità rivali.

Wonder Woman e Diana Prince

Wonder Woman

Nel film Wonder Woman si parla poco di Diana Prince, l’identità segreta di Wonder Woman. Fortunatamente possiamo saperne di più grazie ai fumetti. Inizialmente il personaggio di Diana era un’infermiera per l’esercito, in seguito ottenne una promozione a tenente dell’Intelligence. In alcune avventure fumettistiche si narra inoltre che Wonder Woman, persi i suoi poteri, visse tra gli umani come Diana Prince, aprendo boutique di moda nel Greenwich Village di New York.

Wonder Woman e la fondazione della Justice League

Wonder Woman

Secondo quelle che sono le avventure a fumetti di Wonder Woman, la Princessa delle Amazzoni fu la prima eroina a fare parte della Justice League.

La formazione iniziale della Justice League comprendeva infatti, oltre a Wonder Woman, Superman, Batman, Martian Manhunter, Flash, Lanterna Verde e Aquaman. Alla fine, si sono unite altre eroine tra cui Zatanna e Hawkwoman.

Wonder Woman degna del Martello di Thor

Wonder Woman

Nel corso del crossover Marvel vs DC, che ha visto gli eroi Marvel contro quelli DC, Wonder Woman ha avuto l’opportunità di sollevare il martello di Thor, riuscendo nell’impresa e dimostrando così di esserne degna. Nel corso dello scontro scelse però di non approfittare di tale vantaggio, perdendo così la battaglia.

I precedenti adattamenti Live Action di Wonder Woman

Wonder Woman

Ci sono stati diversi tentativi di creare un live action su Wonder Woman, ma la maggior parte di questi non riuscì a riscontrare alcun successo. Nel 1967, ci fu un episodio pilota per la TV dal titolo “Chi ha paura di Diana Prince?: lo scopo era quello di cavalcare l’onda del successo data con la fortunata serie di Batman del tempo. In questo pilot, vi era Linda Harrison a interpretare Wonder Woman, mentre il suo alter ego, Diana Prince, è stato interpretato da Ellie Wood Walker. Nel 1974 fu fatto un film per la TV con protagonista Cathy Lee Crosby. Solo un anno più tardi, Diana sarebbe tornata al piccolo schermo interpretata da Lynda Carter con la fortunata serie TV ABC.

Purtroppo però sembra che il personaggio di Wonder Woman sia segnato dalle sfortune, visto che la serie TV è stata cancellata soltanto dopo la sua prima stagione, per poi essere tenuta in vista per altre due, soltanto grazie all’emittente televisivo CBS.

Nel 2011, di nuovo un fallimento: NBC tenta di portare Wonder Woman in televisione un reboot ma la performance di Adrianna Palicki non convince. Il progetto viene annullato prima ancora che prenda vita: della serie TV ci rimane soltanto il pilot.

I costumi di Wonder Woman

Wonder Woman

La costumista di Wonder Woman è Lindy Hemming (la stessa del film Il Cavaliere Oscuro) e per la creazione dell’armatura e degli abiti di Diana e delle Amazzoni, ha preso ispirazione dalla moda dell’antica Grecia. Inoltre, per via delle numerose scene d’azione, il costume di Wonder Woman è stato creato con del materiale gommoso aderente, in modo che l’attrice potesse essere comoda e muoversi liberamente.

Wonder Woman: Justice League e i Vendicatori

Wonder Woman

Vi è una miniserie a fumetti in cui eroi DC e Marvel si incontrano e si uniscono per far fronte a un grande nemico comune. Wonder Woman combatte a fianco dei Vendicatori e agli altri membri della Justice League. Che questo possa essere lo spunto per un grande colossal da portare sul grande schermo?

PS: Se ti è piaciuto questo mio articolo su Wonder Woman: L’eroina DC che tutti stavano aspettando  non ti chiedo nulla in cambio se non di lasciare una reazione tramite una delle faccine che trovi di seguito e a condividerlo. Non dimenticare di mettere Mi piace alla mia Pagina Facebook o di seguirmi su Twitter. Rimaniamo in contatto su Silmarien.it! Ci tengo 🙂

Commenti