La Torre nera

Otto romanzi in cui due enigmatiche figure si affrontano in un’eterna lotta tra bene e male in un’ambientazione western. Basterebbe questa descrizione per convincere qualsiasi regista e sceneggiatore a realizzare una trasposizione cinematografica per la famosa saga di Stephen King. Eppure ci sono voluti ben 10 anni per poter portare sul grande schermo lo scontro tra Roland il Pistolero e Randall l’Uomo in nero.

È infatti piuttosto nota al pubblico attento la difficoltà di realizzare una trasposizione cinematografica di un’opera di Stephen King che risulti coerente con il testo: lo sforzo di questi dieci anni è poi un sequel della saga. Una pellicola che, pur mantenendo inalterato lo stile e gli elementi chiave dei romanzi, racconta una storia a sé stante per poi ricollegarsi con le vicende principali.

I romanzi La Torre Nera sono frutto della mente geniale di Stephen King, scrittore americano considerato da molti come “Il Maestro dell’Horror”. In quest’ottica, quindi, la trasposizione cinematografica della Torre Nera non poteva essere altro che un film western contornato da elementi horror.

La pellicola viene definita di genere “dark-action”.

Tale classificazione potrebbe preoccupare i fan più accaniti della saga ma sembra che Stephen King stesso abbia voluto rassicurare i suoi lettori. In diverse occasioni ha dichiarato di aver seguito personalmente le riprese della pellicola, dichiarandosi soddisfatto di come la sua creatura sia riuscita finalmente a prendere una forma in carne ed ossa.

La Torre Nera – L’intrigante trama del film:

La Torre Nera

La trama de La Torre Nera incuriosirà senz’altro gli amanti dei film di genere fantasy/western. Jake (Tom Taylor), un ragazzino di New York ha incubi ricorrenti nei quali vede un pistolero inseguire senza sosta un uomo misterioso vestito di nero.

Non si tratta però di sogni scaturiti dalla fervida immaginazione di un bambino: i due personaggi sono reali come la loro battaglia. La loro è una lotta senza esclusioni di colpi per cui lo scopo è quello di trovare e impossessarsi della Torre Nera, un maestoso obelisco il cui controllo garantirà il potere assoluto, oltre che il controllo dello spazio e del tempo. Il pistolero non è altro che Roland (Iris Elba), l’ultimo di un antico ordine cavalleresco di pistoleri, mentre l’uomo in nero è Randall (Matthew McConaughey), un potente stregone in grado di padroneggiare abilmente la magia nera.

Entrambi cercano la Torre Nera ma i loro scopi sono diversi.

Randall mira a conquistare il potere assoluto per governare il mondo, Roland vuole raggiungere la Torre Nera per proteggerlo. L’ambientazione in cui si svolgono queste vicende è chiamata il Medio-Mondo, una realtà parallela separata dal mondo reale con una civiltà che, per via di una catastrofe, è rimasta ferma al 1800.

Sarà proprio grazie ai suoi sogni su questo mondo parallelo che Jake riuscirà a incontrare il Pistolero: l’avventura e l’azione avranno inizio proprio da quell’incontro.

La Torre Nera – Trailer:

La Torre Nera – Amazon

La Torre Nera è senz’altro uno dei film che ti consiglio di andare a vedere quest’estate. Una pellicola imperdibile che sicuramente vorrai poi rivedere o approfondire con la lettura dei libri o di alcuni fumetti tratti dalla saga. Ti propongo qui di seguito alcuni prodotti che potrebbero interessarti.

La Torre Nera è al cinema dal 10 agosto 2017

PS: Se ti è piaciuto questo mio articolo intitolato Perché andare al cinema a vedere La Torre Nera, non ti chiedo nulla in cambio se non di lasciare una reazione tramite una delle faccine che trovi di seguito.

Ho scritto questo articolo con moltissima passione; condividilo e mi renderai davvero felice!

Inoltre, se ti va, metti un Mi piace alla mia Pagina Facebook. In alternativa puoi seguirmi su Twitter o su Instagram: puoi interagire con me ogni volta che vorrai. 🙂 Ci leggiamo su Silmarien.it! Ci tengo! ❤️

Commenti