Immagine dal film
© 2016 Walt Disney Pictures − Tutti i diritti riservati.

Alla Ricerca di Dory è sia sequel che spin off di Alla Ricerca di Nemo, film d’animazione Pixar. La storia vede come protagonista la simpatica pesciolina smemorata che, ritrovata temporaneamente la memoria relativamente a un ricordo dell’infanzia, si metterà alla ricerca della famiglia perduta. Oltre ad essere una fonte inesauribile di gag, la storia di Dory e dei suoi amici si rivela un pretesto per raccontare una favola con una doppia chiave di lettura che tratta il tema della disabilità, con una pellicola che raccoglie l’eredità di Inside Out.

Alla ricerca di Dory – Curiosità

Se come me sei un vero fan di Alla ricerca di Dory, allora probabilmente conosci a memoria tutti i nomi degli attori, della regia e persino delle comparse. Beh, complimenti, ma sei sicuro di non aver dimenticato qualcosa? Ti propongo una lista con le curiosità più interessanti su questo film.

  • A dieci anni di distanza dall’uscita nelle sale di Alla Ricerca di Nemo, il registra Andrew Stanton si rese conto che doveva tornare sui grandi schermi per spiegare il motivo per cui Dory si trovasse in quel punto dell’oceano e soprattutto perché si sentisse così abbandonata;
  • Gli ambienti che vediamo in Alla Ricerca di Dory sono frutto dello studio del Team Design, attraverso l’analisi in loco delle località di Monterey Bay, Steinhart e degli acquari di Vancouver in Canada;
  • I paguri che vedremo durante il film non possiedono una classica conchiglia sul loro dorso, bensì degli oggetti creati dall’uomo. Il motivo di questa scelta è dettata dal fatto di voler mostrare la quantità di oggetti che inquinano i nostri mari. Le paperelle in gomma ne sono un esempio: nel 1992 un nave naufragò, rilasciandone in mare a migliaia.

Alla ricerca di Dory – Il trailer

Il film Alla ricerca di Dory potrebbe piacerti ma vorresti saperne di più. Certo, hai ragione. Allora perché non dai uno sguardo al trailer? Qui di seguito trovi un filmato dedicato al film in questione.